13 marzo 2019

Esofago di Barrett. All'Ospedale Fucito primo intervento di ablazione con radiofrequenza

Primo intervento di ablazione dell’esofago di Barrett con la radiofrequenza eseguito presso l'Ospedale "G. Fucito" di Mercato San Severino. Il trattamento è in grado di ridurre il rischio che l’esofago di Barrett, disturbo che si manifesta nei pazienti che soffrono di relflusso gastroesofageo, si evolva favorendo lo sviluppo di un tumore.

La radiofrequenza costituisce un'alternativa alle tradizionali tecniche endoscopiche o chirurgiche che possono risultare meno efficaci e dare luogo a maggiori complicanze. L'ablazione con radiofrequenza ha l’obiettivo di distruggere i tessuti malati presenti nell’esofago curando anche i danni causati dalla malattia da reflusso.

L'introduzione di questa metodica presso l’Unità Operativa di Endoscopia Digestiva dell’Ospedale Fucito, diretta dal Dott. Attilio Maurano, costituisce, "un ulteriore tassello nel completamento dei percorsi di prevenzione, diagnosi e cura in gastroenterologia ed endoscopia digestiva nella nostra provincia", come afferma l'ufficio stampa dell'AOU Ruggi.

Condividi su:



Articoli Correlati