18 luglio 2022

Vaiolo della scimmie, dalla Commissione Europea arriva la preoccupazione: "Vertiginoso aumento dei casi"

"Sono preoccupata per il numero crescente di casi di vaiolo delle scimmie nell'Ue, ora ne abbiamo oltre 7.000, un aumento di quasi il 50% rispetto a una settimana fa". E' quanto dichiara la Commissaria Ue alla salute Stella Kyriakides. "Abbiamo reagito rapidamente e abbiamo già consegnato circa 25mila dosi a 6 Stati membri", ha ricordato, sottolineando che il numero di dosi acquistate attraverso l'Autorità europea per la risposta alle emergenze sanitarie, ha superato le 160mila unità "per rispondere prontamente alla progressione della diffusione di questo virus".

L'Ue si è assicurata altre 54.530 dosi del vaccino contro il vaiolo delle scimmie, portando ora a 163.620 il numero totale di dosi acquistate per gli Stati membri per rispondere all'epidemia in corso. Lo rende noto la Commissione. A finalizzare l'acquisto è stata l'Autorità per la preparazione e la risposta sanitaria (Hera). Le consegne dei vaccini "continueranno a essere effettuate nelle prossime settimane e mesi e per tutto il resto dell'anno", si legge in una nota dell'Esecutivo Ue. In base al numero di casi, le consegne continuano per gli Stati membri.

Condividi su:



Articoli Correlati