12 luglio 2022

Nutritional influencer, chi sono i top 10 italiani: ecco la classifica con gli account più seguiti

Con l'arrivo dell'estate le abitudini alimentari degli italiani da sempre sono protagoniste di grandi cambiamenti. Se fino a qualche anno la causa era principalmente il desiderio di farsi trovare pronti alla famosa "prova costume", ormai da qualche anno questa spinta è stata sostituita dalla ricerca di una corretta alimentazione, fondamentale per il benessere quotidiano, aldilà delle diete. È per questo che nell'era dei social media, hanno via via acquisito sempre più rilevanza i cosiddetti "nutritional influencer", esperti che mettono a disposizione le proprie competenze con i loro followers in modalità estremamente ingaggianti e, per questo motivo, molto interessanti per potenziali collaborazioni con i brand. Secondo quanto emerge da una ricerca basata sui dati di FLU PLUS, suite integrata di influencer marketing, e condotta su nutrizionisti del nostro Paese, la principale audience è composta per l'84,6%, da donne tra i 25 e i 34 anni. L'analisi, che prende in considerazione il canale Instagram, restituisce così la classifica dei "TOP 10 nutritional influencer italiani" per engagement rate:

 

1.       Melissa Paolini (@nutrizionista_melissapaolini) 6,03%,

2.       Emanuele Alfano (@dottalfanonutrizionista) 4,26%

3.       Silvia Goggi (@silviagoggi) 3,24%

4.       Alice Carnevale (@soulfood_healthymind) 3,20%

5.       Silene Pretto (@silenepretto) 3,11%

6.       Silvana Izzo (@latuanutrizionista) 2,95%

7.       Martina Donegani (@martinalasaluteincucina) 1,96%

8.       Massimiliano Piolanti (@massimilianopiolanti) 1,67%

9.       Francesca De Blasio (@deblasio_nutrizionista) 1,46%

10.   Giorgia Arosio (@ilpiattodellasalute) 1,23%

 

"Biologi, medici, dietisti: sono loro i nutritional influencer, la nuova nicchia che sta facendo educazione alimentare trasmettendo i principi di un'alimentazione sana, bilanciata e sostenibile - afferma Chiara Dal Ben, Marketing & Innovation Director di FLU - Part of Uniting Group - Aiutano i follower a riflettere sul modo in cui si nutrono, a pianificare la spesa settimanale per evitare gli sprechi, a preparare i piatti quotidiani e a salvaguardare il pianeta. I numeri parlano chiaro, l'utente finale è ingaggiato: ecco perché le aziende dovrebbero cogliere l'opportunità di collaborare con loro"

Emanuele Alfano e Alice Carnevale, condividendo con FLU la loro vision hanno detto: "I social media sono di fondamentale importanza per il mio lavoro perché se da una parte possono offrire uno spunto per idee su come preparare dei piatti sani e bilanciati, dall'altro mi consentono di poter offrire maggiori informazioni, tips, consigli e curiosità su un corretto stile di vita, perché non basta solo il tempo a disposizione che si dedica ai pazienti in studio.  In questo modo riesco ad arrivare anche alle persone che non sono mie pazienti e posso aiutarle a gestire meglio la loro quotidianità. Il mio approccio sui social è quello della trasparenza, far capire a tutti che la corretta alimentazione non è solo organizzazione dei pasti, della spesa, o del bilanciamento di un piatto, ma anche tradizione culinaria, cultura gastronomica del territorio e convivialità. Sono dell'idea che la chiave vincente sui social è essere se stessi" - Emanuele Alfano.

Condividi su:



Articoli Correlati