23 giugno 2022

Campania. Terra dei Fuochi, i neonati possono venire al mondo malati: screening di massa per le donne residenti

È l’ennesima tragica notizia che arriva da una terra semplicemente “maledetta”, ovvero l’area denominata, tristemente, con l’appellativo “Terra dei Fuochi”. Un nome velenoso, così come decine di studi e accertamenti hanno appurato che a essere velenosa è anche la provincia di Napoli, dove per decenni la malavita ha sotterrato rifiuti tossici in una zona densamente abitata. Senza troppi indugi è di fatto stata accertata una stretta correlazione tra rifiuti tossici e tumori per chi ha vissuto nella provincia di Caserta.

Tanto che adesso, partirà uno studio per verificare le correlazioni tra i rischi della terra dei fuochi e i danni ai feti. Dal 1° luglio, nei 37 comuni dell’Asl 3 Sud inseriti nel recinto di Terra dei fuochi, alle donne in gravidanza sarà offerto gratuitamente lo screening del Dna fetale con metodica non invasiva.

L’indagine verrà effettuata con un prelievo che permetterà di estrarre materiale genetico del nascituro dal sangue circolante della mamma. Un controllo che sarà aggiunto agli altri di routine effettuati negli ambulatori ginecologici e delle unità operative materno-infantili durante i 9 mesi della gestazione.

Condividi su:



Articoli Correlati