29 aprile 2022

Ucciso il più grande elefante del Botswana, dopo una triste vita passata a intrattenere turisti

Nonostante le immense campagne di sensibilizzazione, non si fermano le notizie delle stragi di animali e l’ultima triste notizia arriva dal Botswana. Se i bracconieri sono un problema gigantesco, non da meno lo sono gli appassionati di caccia grossa, uomini senza scrupoli che traggono diletto dall’infliggere la morte a prede rare. Game Animals of the Past and Present, organizzazione che si occupa di caccia grossa, ha pubblicizzato con una macabra didascalia la foto della povera bestia uccisa da uomini senza scrupoli, per gli appassionati di Elefanti si tratta di un “Tusker” un tipo di animale caratterizzato da Zanne più grandi del solito.

Seretse Khama Ian Khama, ex presidente della nazione africana è invece da sempre in prima linea per la guerra ai cacciatori, infatti nel 2014 aveva vietato la caccia, ed ha tuonato sempre tramite i social network contro quest’ennesima insensata violenza, sia per l’aspetto umanitario sia per quanto sia dannoso questo tipo di pratica per l’economia del paese. Il Botswana trae enorme beneficio dal turismo improntato sulla fauna selvatica e quel Tusker era uno dei prediletti dalle guide che portavano i turisti a meravigliarsi davanti alla magnificenza dell’animale.

Purtroppo l’attuale governo è di posizioni totalmente opposte al vecchio è nel 2019 è stato revocato il regolamento del 2014, rendendo nuovamente possibile sparare per “sport” agli animali, un passo indietro clamoroso per un territorio che ha tanto bisogno di rilanciarsi. Sperando che ci sia una nuova svolta nella politica del paese, non possiamo far altro che addolorarci per questa nuova strage insensata.

(Giuseppe Giuliano)

Condividi su:



Articoli Correlati