12 aprile 2022

Pasqua, le uova di cioccolato fanno bene alla salute: gli esperti non hanno dubbi al riguardo

Si avvicina la Pasqua e con essa si avvicina anche la comparsa delle tipiche Uova di cioccolato e tutti i dolci realizzati in questo periodo di festa. È la dieta che piace a tutti. Gli esperti assolvono le uova di Pasqua perché è ricco di micronutrienti e fa bruciare calorie. E poi contribuisce a ritrovare il relax, combatte l’ansia e svolge una funzione antiossidante. E allora da domani largo al cioccolato ma a una sola condizione: che sia extra fondente, meglio ancora se arricchito da fave di cacao. Contenendo cacao, è infatti un alimento antiossidante, antidepressivo naturale, energetico, anti-carie e persino di aiuto per ottenere il peso forma. Proprietà, invece, assenti nel cioccolato bianco o in quello al latte. Il cioccolato, insomma, può fare persino bene, lo dicono diverse ricerche. Tanto per cominciare migliora la concentrazione, ha la capacità di mantenere la mente sveglia e attiva e donarci, in modo gratificante, l’energia necessaria per affrontare gli impegni della giornata. Merito della teobromina e della caffeina, sostanze contenute nel cacao, che mantengono la mente lucida dando la giusta carica. Quaranta grammi di cioccolato extra-fondente al giorno possono essere di grande supporto nei momenti di surmenage fisico e mentale.

Il cioccolato aiuta a vivere più a lungo? Vero.

Una ricerca dell’Università di Harvard, che ha seguito un campione di 7.841 persone di 65 anni per cinque anni, ha riscontrato che coloro che mangiavano cioccolato tre volte al mese vivevano più a lungo (36% di rischio di mortalità in meno) rispetto a quelli che ne facevano a meno. E anche per i più golosi che tendevano ad esagerare il vantaggio in termini di rischio di mortalità era comunque presente, seppur più basso.

Il cioccolato aiuta a combattere la stanchezza? Vero.

Il cioccolato contiene sostanze quali la teobromina e piccole quantità di caffeina, responsabili del senso di “risveglio” che danno il caffè e il tè. 125g di cioccolato forniscono infatti tanta caffeina quanto una tazza di caffè. Inoltre, gustare una piccola porzione di cioccolato fondente tre volte a settimana, aiuterebbe a ridurre i sintomi della sindrome da stanchezza cronica, agendo come naturale “rifornimento” di sostanze anti-stanchezza, inclusi alcuni minerali (soprattutto magnesio e potassio).

(Teresa Ceglia)

Condividi su:



Articoli Correlati