08 marzo 2022

Caro bollette e guerra, nessuna burocrazia per gli impianti fotovoltaici: installazione facilitata

Il caro bollette sta facendo sentire le sue conseguenze sulle tasche degli italiani con una netta diminuzione dei consumi e la crisi Russo-Ucraina non sembra promettere nulla di buono sotto quest’aspetto, il governo ben sapendo quando la situazione sia delicata, specie alla luce di due anni di pandemia che hanno portato molti cittadini in condizioni economiche particolari, sta provvedendo a varie misure per mitigare la crisi. Nel decreto energia è presente tra le altre una normativa che permette di poter installare Pannelli solari con estrema facilità ovvero saltando in toto la burocrazia.

Tra le norme per l’autoproduzione di energia elettrica, il governo ha equiparato l’installazione dell’impianto fotovoltaico a semplici lavori di manutenzione ordinaria: “L’installazione, con qualunque modalità, di impianti solari fotovoltaici e termici sugli edifici o su strutture e manufatti fuori terra diversi dagli edifici non è subordinata all’acquisizione di permessi, autorizzazioni o atti amministrativi di assenso comunque denominati”. Nel concreto al fruitore basterà andare sul sito di GSE, la società che gestisce i servizi energetici, scaricare l’apposito modulo ed inviarlo ad inizio lavori e al loro termine.

La norma ed è importante sottolinearlo è sia per impianti piccoli, cioè quelli fino a 50 Kw ma anche per quelli più grandi che possono arrivare fino ai 200Kw. La situazione sarà estremamente semplice per l’utente, tuttavia, restano tutti i vincoli culturali e paesaggistici sia per aree verdi che per zona di importante pregio e rilevanza come, ad esempio, i vari centri storici patrimonio dell’UNESCO, tutti gli immoli, anche quelli moderni, che ricadono nell’area non possono procedere in tale senso ma devono ancora affidarsi alla vecchia burocrazia.

(Giuseppe Giuliano)

 

Condividi su:



Articoli Correlati