28 febbraio 2022

Pompei (Napoli), animali al macello: scatta il blitz degli attivisti per salvare i bovini

Lunedi 28 febbraio, 15 attivisti e attiviste di Napoli Animal Save si sono recati presso il macello di Pompei per concludere il mese di azioni di febbraio dedicato all’industria lattiero-casearia. Il mese, denominato FebruDairyFree al fine di informare sull’impatto dei derivati e, in particolar modo, sulle problematicità degli allevamenti delle cosiddette “mucche da latte”. La funzione della veglia è documentare le condizioni di trasporto degli animali, testimoniare e cercare di spezzare la dissonanza cognitiva che porta molte persone a non collegare che il loro cibo era poco prima un essere vivente e senziente. Il mese è stato chiuso con questa azione poiché il macello di Pompei macella anche bovini e quindi il collegamento con l’industria lattiero-casearia è evidente.

Gli attivisti e le attiviste hanno acceso delle candele, chiaro segno di commemorazione, esposto cartelloni e colloquiato con il gestore del macello, le forze dell’ordine e altri lavoratori della struttura per chiarire che sono contro questo sistema di sfruttamento che causa la morte di milioni di animali. Quindi non contro i singoli o con il macello nello specifico. L’obiettivo è cambiare questo sistema affinché non sia più causa di sofferenza e, tra l’altro, abbia un impatto minore sul nostro pianeta. Sono arrivati tre camion con all’interno i bovini, vitelli e mucche, ma solo uno di questi si è fermato. Sono state date carezze ed un po’ d’acqua agli animale ed è stato documentato il trasporto e le condizioni dei bovini. Poi, purtroppo, hanno fatto seguito urla, il rumore dei macchinari e l’inevitabile epilogo.

Tuttavia, solo  mostrando queste meravigliose creature, documentando il loro stato, emotivo e fisico, si possono portare le persone a interrogarsi sul fatto che ogni loro singola scelta alimentare indice sulla vita di altri esseri viventi e senzienti. Viviamo in un’epoca e momento storico dove si può mangiare di tutto e sempre più studi autorevoli confermano i benefici e la sicurezza di un’alimentazione a base vegetale. Pertanto ognuno di noi può scegliere un’alternativa a questo sistema alimentare che vede gli animali solo come cibo. Possiamo fare tanto nel nostro piccolo, ogni giorno, e salvare la vita a queste creature che vogliono vivere come noi e sempre come noi provano emozioni e sentimenti. Cambiamo questo sistema, per gli animali e per il pianeta stesso.

Condividi su:



Articoli Correlati