25 febbraio 2022

Lamantini, l'allarme è a carattere globale: rischiano l'estinzione

Ancora una volta la mano dell’uomo si rivela letale, in maniera indiretta, per una specie pacifica ed isolata. I lamantini sono animali pacifici, vengono chiamati mucche di mare, perché passano la loro giornata tra ozio e pascolo di alghe nelle acque più calde. E’ un mammifero marino di grandi dimensioni ( arrivano a pesare attorno ai 600 Kg) che impiega la maggior parte del suo tempo a masticare vegetali marini, completamente pacifico ed ovviamente spaventato dai predatori; molto particolare nella sua estetica è lontanamente imparentato con gli elefanti ( che bella l’evoluzione) e si muove in piccoli gruppi, vivendo in media attorno ai cinquant’anni umani.

L’aspettativa di vita è però drasticamente crollata in quanto l’azione umana è arrivata ad intaccare terribilmente i loro habitat spingendoli ad allontanarsi ed abbandonare così le acque calde per raggiungere quelle fredde, letali per il loro sistema. Solo lo scorso anno in Florida, territorio apprezzatissimo dalla specie per la temperatura, sono morti più di mille esemplari, mentre ben 300 sono deceduti dall’inizio del 2022 ad oggi, in quanto a causa dell’inquinamento stanno sparendo le riserve di cibo e purtroppo tra queste si annidano spesso e volentieri rifiuti plastici che sono letali.

Associazioni, autorità e volontari si stanno adoperando a più riprese per aiutarli ed oltre a ricoverarne alcune decine di esemplai in cliniche specializzate per salvarli, in sollievo di quelli ancora liberi si sta provvedendo a gettare in mare ogni giorno grandissimi quantitativi di lattuga, la quale può tamponare l’assenza del loro cibo. Questa soluzione tampone non può però essere eterna e serve mettere quanto prima in moto soluzioni attive per preservare l’habitat e la biodiversità delle zone popolate dai lamantini, altrimenti la loro estinzione sarà inevitabile.

(Giuseppe Giuliano)

Condividi su:



Articoli Correlati