15 febbraio 2022

Cardiopatie congenite infantili, a Erba oltre 400 bambini vengono visitati in ospedale

Ogni anno più di 400 bambini di Erba e delle province limitrofe vengono visitati presso l'ambulatorio di primo livello di cardiologia pediatrica  dell'Ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba, che fa parte dell'Unità di Cardiologia. Questo è l'unico della zona e affronta le cardiopatie congenite del bambino, di cui si celebra la Giornata Mondiale il 14 febbraio. Sono anni che ad Erba si lavora su questo fronte e la risposta delle famiglie premia lo sforzo. «Le cardiopatie congenite incidono per circa  0,8% dei neonati e  sono varie: alcune possono essere mortali o invalidanti - spiega il cardiologo responsabile  Aldo Ferrari , che si occupa dell' ambulatorio con la  dottoressa Paola Caruso - e la nostra funzione è innanzi tutto quella di escludere che un banale soffio al cuore possa limitare la vita di un ragazzino, individuando i casi in cui la patologia è seria».

L'ambulatorio, dove si pratica anche l'ecocardiografia pediatrica, è attivo dalla fine degli anni Novanta, occupandosi in prima battuta della diagnosi delle patologie cardiovascolari di neonati e bimbi degenti nell'Ospedale, che ha sempre investito in questo servizio, in virtù della grande attenzione per i minori, diventando un ospedale "amico del bambino". Il Servizio si rivolge a bambini da da zero a sei anni, in cui si possono manifestare le cardiopatie congenite : queste vanno dai difetti interventricolari alla stenosi polmonare, dalla tetralogia di Fallot al canale atrioventicolare e alla coartazione aortica, per citarne solo alcune. «In alcuni casi - spiega Ferrari - il muscolo cardiaco compensa, e l'evoluzione della cardiopatia viene seguita ambulatorialmente; in altri è necessario inviare il piccolo ad intervento, talvolta possibile anche per via percutanea; mentre nei casi più gravi vi può essere un completo sovvertimento della struttura cardiaca difficilmente trattabile anche chirurgicamente».

L'Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio FATEBENEFRATELLI (www.fatebenefratelli.it) è presente in 50 paesi dei 5 continenti, con circa 400 opere apostoliche. La Provincia Lombardo Veneta, essendo parte di questa grande comunità ospedaliera, realizza la propria vocazione religiosa dedicandosi al servizio della Chiesa prestando, senza scopo di lucro, attività sanitarie ed assistenziali in particolare nei confronti di malati e bisognosi. La mission della PLV è in primo luogo l'ospitalità realizzata attraverso interventi appropriati di prevenzione, promozione della salute, cura e riabilitazione, che garantiscano ad ogni utente la cura più adeguata al proprio bisogno di salute, in una logica di corretto ed economico uso delle risorse.

La PLV esplica la propria attività assistenziale in 4 contesti regionali differenti (Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia), attraverso 9 strutture sanitarie/socio-sanitarie accreditate presso il SSN per 2192 posti letto complessivi. I Fatebenefratelli, sulle orme del loro fondatore San Giovanni di Dio, si impegnano a garantire un'assistenza integrale, che pertanto consideri e abbracci tutte le dimensioni della persona umana: fisica, psichica, sociale e spirituale. Tale assistenza umanizzata viene agita ogni giorno grazie alla compartecipazione alla missione da parte dei Fatebenefratelli e dei circa 2200 collaboratori assunti a vario titolo all'interno della Provincia Lombardo Veneta.

Condividi su:



SEGUICI SU:



ADS:




Articoli Correlati