23 gennaio 2022

Juan Carrito, l'orso diventano famoso a Roccaraso ora è stanco: è andato in letargo

L’orso marsicano più famoso d’Italia, il Juan Carrito di cui spesso abbiamo parlato per le sue scorribande in quel di Roccaraso e per il suo rifiutare le terre boschive per avvicinarsi ai centri abitati, è finalmente andato in letargo. Il freddo più intenso avrà finalmente convinto l’animale a riposarsi, monitorandolo si era visto come sul finire di Dicembre le sue peregrinazioni l’avevano portato a muoversi maggiormente verso la montagna ( probabilmente anche per il gran flusso turistico che s’è avvicinato per le vacanze natalizie alla rinomata località) per poi dirigersi in un valle appartata dove ha trovato le condizioni ideali per andare in letargo.

Il comunicato del Parco Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise è indicativo in tal senso:

“In forza del suo comportamento particolare e delle temperature miti, abbiamo usato cautela per comunicare questo suo cambiamento di comportamento. Dopo settimane di osservazione dei dati provenienti dal radiocollare, possiamo affermare che Juan Carrito sembra essersi fermato per andare in ibernazione”. Avevo accennato a come fosse diffuso il timore che l’animale non andasse in letargo, sia per le temperature affatto proibitive sia per l’alta confidenza che aveva instaurato con gli esseri umani, procacciandosi in questo modo cibo con estrema faciltà all’interno del centro abitato.

Il pericolo del clima mite non esclude il risveglio di Juan, con la concreta possibilità che posso tornare a visitare i luoghi oramai per lui familiari. Lo stesso ente invita la cittadinanza alla massima attenzione e le istituzioni ad approfittare del momento per mettere in pratica accorgimenti tali da impedire alla creatura, al momento del suo risveglio, di riprendere il proprio modus operandi. La primavera è vicina e va tassativamente escluso di avere un orso in giro per il paese.

(Giuseppe Giuliano)

Condividi su:



SEGUICI SU:



ADS:




Articoli Correlati