30 dicembre 2021

Il Covid cancella il turismo a Milano per le festività, prenotazioni giù del 70%

Le cancellazioni delle prenotazioni negli alberghi nella settimana del Capodanno a Milano hanno toccato una media vicina al 70%: si salvano solo gli hotel con ristorante che possono offrire cenone e pernottamento. Lo rende noto ATR Milano, l'associazione degli albergatori milanesi in seno a Confesercenti, che punta il dito contro il decreto festività. "Capiamo la necessità delle ulteriori restrizioni per l'avanzata della variante Omicron - spiega il presidente di ATR, Rocco Salamone - ma punire indistintamente vaccinati e non con la chiusura delle piazze e delle discoteche ci ha portato anche una prevedibile ondata di cancellazioni delle prenotazioni per il Capodanno: è abbastanza logico che togliendo alle persone la possibilità di festeggiare, queste poi preferiscano organizzarsi diversamente". "A questo si aggiungono altre problematiche come il rinnovo della CIG, la cassa integrazione in deroga che è arrivata alla scadenza del 31 dicembre con tante promesse ma nessun atto pratico. Se dicembre è stato il mese delle cancellazioni, di questo passo - prevede Salamone - gennaio sarà il mese dei licenziamenti".

Condividi su:



Articoli Correlati