29 settembre 2021

Salerno. Luca non ce l’ha fatta: è morto in ospedale dopo dieci giorni di lotta, i genitori: “Doniamo gli organi”

Purtroppo non ce l’ha fatta Luca Noviello, il 26enne che una decina di giorni fa rimase coinvolto in un gravissimo incidente sulla strada che conduce da Salerno a Vietri. Lo schianto, costato la vita al giovane, è avvenuto nella notte tra sabato e domenica della scorsa settimana quando Luca stava rientrando, a bordo del suo scooter, verso Marina d’Albori dopo aver trascorso una serata con amici in un noto locale del centro. Nel cuore della notte, Luca ha perso il controllo del mezzo a bordo del quale viaggiava - le cause dell’incidente sono ancora in via di accertamento da parte delle forze dell’ordine - ed è finito per terra. Immediati i soccorsi da parte dei volontari del 118 ma le condizioni del 26enne sono apparse da subito molto gravi. Per una decina di giorni Luca ha lottato tra la vita e la morte, ricoverato presso l’ospedale Ruggi D’Aragona, dove il personale sanitario ha cercato di fare il possibile per salvargli la vita 

Poi, ieri mattina, la tragica notizia: le sue condizioni erano irreversibili ma, nonostante il momento di immenso ed indescrivibile dolore, la famiglia Noviello ha avuto cuore e coraggio di volgere la fine di Luca al bene, decidendo di autorizzare l’espianto degli organi del 26enne che, adesso, ridaranno vita e speranza a chi riceverà il dono più bello. Nei giorni scorsi sono state decine i messaggi di speranza rivolti a Luca, sintetizzati in uno striscione affisso all’ingresso di Vietri che recitava: “Luca tieni duro”. E Luca, giovane, gioviale e amatissimo da tutti, davvero ci ha provato fino in fondo. “Non esistono addii per noi... sarai ovunque noi saremo. Rip Luca”, il messaggio rivoltogli dal gruppo Boys Vietri Since 2012.

Condividi su:



Articoli Correlati