18 settembre 2021

In Romania l'iniziativa salva cuccioli: i giocatori di calcio scendono in campo con i randagi

Fill the gap in your life (Riempi il vuoto nella tua vita), una frase carica di significato in un paese dove nel corso del tempo il randagismo verso i nostri amici a quattro zampe veniva affrontato in modi tutt’altro che teneri. La Romania è stata, infatti, a lungo teatro di terribili procedure per combattere i randagi, fenomeno che a causa della povertà ha portato tantissime famiglie ad abbandonare i propri cani alla strada. Il calcio è invece un fenomeno degli eccessi, un fenomeno dove tutto deve luccicare e strizzare l’occhio al comunismo, ci regala stavolta una storia bellissima da raccontare.

Con un protocollo firmato tra la Lega Calcio e il distretto di Ilfov, per tutta la stagione, ogni partita del campionato di prima divisione, l’equivalente della nostra Serie A, vedrà i giocatori scendere in campo con in braccio dei randagi. Gli animali provengono dai canili e portano al collo un foulard con il loro nome, così che chi li vede in tv e desidera adottarli può risalire facilmente al cucciolo visto tra le braccia del proprio beniamino. Per rendere più piacevole e meno traumatica, la permanenza dei cani all’interno della struttura, per la durata delle partite saranno vietati tassativamente petardi e fumogeni. Iniziativa piacevole che speriamo possa dare i suoi frutti ed essere imitata da tutti gli altri campionati.

(Giuseppe Giuliano - Rcs Salute) 

Condividi su:



Articoli Correlati