14 gennaio 2019

Visite mediche su Skype: è davvero questo il futuro?

Il governo britannico ha recentemente annunciato l'elaborazione delle nuove linee guida “digital first” per la Sanità. Lo scopo è di rendere sempre più frequenti le visite mediche “virtuali”: i pazienti potranno consultare il proprio medico di famiglia attraverso videochiamate sui propri smartphone e tablet.

Il Ministero della Sanità inglese prevede che nei prossimi 5 anni almeno trenta milioni di visite mediche diventeranno virtuali. In 10 anni, recarsi fisicamente dal medico diventerà addirittura l'eccezione. Questo almeno secondo i piani del Governo May, che vede in questa svolta verso il digitale un grande vantaggio economico e un miglioramento in termini di accesso all'assistenza sanitaria da parte dei pazienti. “La tecnologia - ha detto il Ministro della Sanità Matt Hancock - rivoluzionerà la Nhs (sistema sanitario nazionale britannico, n.d.r.) e la renderà ancora più efficiente”.

Il piano "digital first" ha però suscitato notevoli critiche da parte di un comitato di accademici dell'Università di Oxford. Come riporta il Times, questi esperti hanno dichiarato che meno del 2% delle visite in ospedale potrebbe davvero essere effettuato su Skype. Una simile rivoluzione, continuano gli accademici, richiederebbe diversi decenni e non porterebbe realisticamente alcun risparmio al sistema sanitario.

 

Luigi Esposito

Condividi su:



Articoli Correlati