25 giugno 2021

Sconcerto in Sicilia, hub vaccinale costretto a chiudere perché senza aria condizionata: scatta la denuncia

Di certo quella di progettare un hub vaccinale senza aria condizionata non è stata affatto un’idea geniale, per così dire. Perché adesso uno dei principali punti dove potersi recare e ricevere una dosa di siero anti-Covid, ha dovuto chiudere i battenti, come denunciano diverse forze politiche: "Toh, d'estate fa caldo. Chi l'avrebbe mai detto, in Sicilia, a ridosso di luglio? Ai responsabili dell'Asp di Catania, costretti a chiudere l'hub vaccinale di Sant'Agata Li Battiati, perché presi in contropiede per l'improvviso e inaspettato arrivo delle alte temperature, la nostra solidarietà". Lo affermano infatti, in chiave ironica, i deputati regionali del M5s all'Ars, componenti della commissione Sanità, Francesco Cappello, Giorgio Pasqua, Antonio De Luca e Salvatore Siragusa.

"Organizzare un hub vaccinale in un centro non dotato di climatizzatori - aggiungono - ci sembra la genialata del secolo. A quanto pare la Regione si sta muovendo con la sua caratteristica andatura da tartaruga azzoppata per metterci una pezza, e intanto a farne le spese, come sempre, sono i cittadini, che hanno trovato i cancelli chiusi a fronte di prenotazioni regolarmente fatte e, per giunta, a quanto pare, senza comunicazione dello stop, che avrebbe quantomeno risparmiato loro un viaggio a vuoto e, presumibilmente, di perdere inutilmente una giornata di lavoro. A loro va la nostra vera e convinta solidarietà". "Disservizi come questi, di cui la cattiva gestione Musumeci-Razza purtroppo è infarcita - concludono i deputati - purtroppo, per quanto incredibili, non riescono a meravigliarci. Ci sarà un motivo perché la Sicilia ancora oggi è ai vertici dei contagi in Italia?

Condividi su:



Articoli Correlati