14 maggio 2021

Spray nasale anti-Covid, un'arma in più contro il virus: a breve gli esiti della valutazione

Uno spray nasale potrebbe aiutare contro il covid-19. Si chiama AOS2020 ed è stato sviluppato dall’azienda italo-svizzera Apr Applied Pharma Research.  Lo spray nasale dovrebbe servire a ridurre la carica virale nelle vie respiratorie. La sperimentazione partirà domani, 15 maggio, presso il policlinico San Martino di Genova.  “Diminuire la quantità di virus presente nel naso potrebbe prevenire l'insorgenza di sintomi più gravi e migliorare il decorso della malattia nella fase iniziale, riducendo anche la probabilità di trasmissione del virus ad altri soggetti” ha dichiarato Giancarlo Icardi, ordinario di Igiene e responsabile della sperimentazione. 

La non chiarezza riguardo alla trasmissibilità della malattia da parte delle persone vaccinate potrebbe dare particolare importanza all’uso di questo medicinale, soprattutto in quei luoghi in cui non è possibile rispettare il distanziamento sociale (uffici-autobus etc.). La sperimentazione di Genova sarà fatta somministrando lo spray, dalle 3 alle 5 volte al giorno, a 57 pazienti, valutandone l’efficacia attraverso i dati raccolti. Se i test condotti daranno esito positivo, dall’azienda produttrice trapela particolare ottimismo, allora sarà presentata la domanda alle autorità di competenza ed entro fine anno il medicinale potrebbe già essere lanciato sul mercato. La stessa azienda farmaceutica ci tiene a specificare che lo spray sviluppato non vuole sostituirsi al vaccino, ma collaborare con esso laddove  possano essere individuate carenze o difficoltà.

(Gianmarco Ruocco - Rcs Salute)

Condividi su:



Articoli Correlati