01 gennaio 2019

Capodanno, ecco il bollettino di guerra. A Milano, Benevento e Caserta i casi più gravi

Per il sesto anno consecutivo nessuna vittima per i botti di Capodanno. Secondo i dati diffusi dalla Polizia di Stato, i feriti sono però in leggero aumento: 216 contro i 212 dell'anno scorso. In forte crescita invece gli inteventi effettuati dai Vigili del fuoco: 658 rispetto ai 519 del 2017. I casi più gravi sono stati registrati a Milano, in provincia di Benevento e nel Casertano.

Nell'hinterland milanese, un 23enne è rimasto gravemente ustionato a causa dell'esplosione di un fuoco d'artificio illegale. Il giovane è stato condotto all'Osepdale Niguarda di Milano, dove ha subito l'amputazione dell'avambraccio.

A Sant'Agata dei Goti (Benevento), una donna di 36 anni ha subito gravi lesioni al torace e ai polmoni a causa di un ordigno esploso in piazza Trieste, nei pressi di una struttura allestita per i festeggiamenti. La donna è al momento ricoverata all'Ospedale Rummo di Benevento.

A Capua (Caserta), due uomini hanno riportato ferite di arma da fuoco, ma non sarebbero in pericolo di vita. Sulle circostanze dell'avvenimento sono in corso indagini da parte dei Carabinieri di Capua.

 

condividi su:



SEGUICI SU:



Articoli Correlati