15 aprile 2021

Caos vaccini, alla Mostra d’Oltremare code di tre ore per gli anziani. Verdoliva (Asl): “Ecco cosa è successo”

Si sono nuovamente registrate lunghissime code per il vaccino alla mostra D’Oltremare di Napoli, dove nella giornata di ieri, erano stati convocati per l’iniezione oltre mille anziani tra i 70 e i 79 anni al mattino e poi nel pomeriggio 1131 over 80 per la seconda dose. Tuttavia, a causa di una serie di disguidi i tempi si sono vertiginosamente prolungati. A spiegare cosa è accaduto è il manager dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, che all’Ansa ha ribadito:

"Ieri - replica Ciro Verdoliva - sono venute oltre 250 persone degli over 80 per ricevere la seconda dose ma erano state convocate per il pomeriggio. Essendo persone di 85-86 anni io sinceramente non me la sono sentita di far dire loro di tornare a casa e ripresentarsi all'orario regolarmente indicato nel messaggio che avevano ricevuto e così li abbiamo vaccinati. Questo ha creato un primo squilibrio, accentuato poi col passare delle ore dalle lunghe discussioni che i cittadini dai 70 ai 79 fanno con il medico per convincerlo a vaccinarlo con Pfizer e non con Astrazeneca. Ma questo è un imbuto che abbiamo ormai da molti giorni. La combinazione di questi due fattori ha allungato inevitabilmente le file". Alla fine dei 1500 cittadini tra i 70 e i 79 anni convocati, 1105 hanno fatto il vaccino mentre 395, il 26%, si sono rifiutati. Le vaccinazioni sono finite alle 20.10. "Ricordo ancora una volta a tutti i cittadini per favore di presentarsi all'orario indicato nella convocazione, al massimo mezz'ora prima, per evitare problemi all'organizzazione che è tarata sul numero dei convocati per ogni orario", conclude Verdoliva.

Condividi su:



Articoli Correlati