08 aprile 2021

Tabagismo causa di mortalità, in Sicilia il dato peggiore: ecco la campagna di sensibilizzazione

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il tabagismo è un rischio per la salute. Nel nostro Paese il tabacco rimane la causa di mortalità prevedibile, con alti costi sanitari, ma con preoccupanti dati tra i giovani. La comparsa sul mercato di nuovi prodotti a base di nicotina ha favorito a delle conseguenze sulla salute, considerato che tali dispositivi ampliano l’offerta risultando più attraenti tra i giovani. Gli indicatori (mortalità, SDO, spesa farmaceutica) evidenziano la gravità di queste malattie. I fattori di rischio (alcol, poca attività fisica e sigaretta) sono prevalenti nella popolazione siciliana e più elevati che nel resto del paese. 

Il fumo nuoce alla salute, ma di più nei tempi del Covid-19. Studi condotti in Cina segnalano un aumento di 3 volte rilevante di sviluppare polmonite da Covid- 19 in pazienti che fanno consumo di tabacco rispetto ai non fumatori. Il Progetto Obiettivo PSN 2016 è un gruppo di lavoro interaziendale, costituito da Asp Palermo, A.O.U. Policlinico “Paolo Giaccone”, Scuola di Specializzazione Igiene e Medicina Preventiva dell’Università di Palermo, Arnas Civico e Ospedali Riuniti “Cervello-Villa Sofia”, che ha effettuato un’indagine esplorativa per scandagliare le abitudini dei fumatori fra i dipendenti delle Aziende Sanitarie Pubbliche.

I dati dell’indagine rappresentano una base per promuovere la salute e le abitudini sane che distolgano dal fumo. In questo contesto, al fine di favorire l’adozione d'innovative strategie di intervento, si promuove il Progetto Obiettivo PSN 2017 verso ambienti sanitari liberi dal fumo, con lo scopo di promuovere la salute negli ambienti di lavoro, secondo il modello dell’OMS presidiando la promozione dell’invecchiamento attivo e in buona salute. 

(Pietro Nicosia - Rcs Salute)

Condividi su:



Articoli Correlati