28 gennaio 2021

Con sindrome di Down rifiuta la mascherina per l’ossigeno, l’infermiere lo abbraccia e lo tranquillizza

Questo scatto meraviglioso arriva dal Brasile, più precisamente dall’ospedale di Caapiranga, in Amazzonia. Ne è protagonista Emerson Junior, 30enne con sindrome di Down ricoverato dopo essere risultato positivo al Covid-19 e aver registrato un valore molto basso di saturazione. Tanto da richiedere l’utilizzo della mascherina per l’ossigeno: una procedura semplice, ma Emerson non ne voleva sapere. Infatti, giunto nella struttura sanitaria, il ragazzo, a causa della forte ansia di cui soffre, ha rifiutato la maschera per la somministrazione di ossigeno, malgrado le sue difficoltà respiratorie visibili.  Allora è intervenuto un infermiere, Raimundo Nogueira Matos, che lo ha abbracciato, calmandolo e convincendolo a indossare il respiratore. Un gesto di grande umanità, immortalato da un altro paziente in una foto che ha fatto il giro del mondo grazie alla condivisione sui social.

“Conoscevo il rischio che correvo, ma si tratta di un paziente speciale e aveva bisogno di molto affetto – ha commentato l’infermiere alle agenzie di stampa –. L’assistenza infermieristica è l’arte della cura, è l’impegno per la vita, la responsabilità con il paziente e con la salute. Emerson non voleva indossare la maschera per l’ossigeno perché lo mette a disagio – ha detto Eliane Loureiro, sorella del 30enne –. Ero appena uscita e l’infermiere mi ha detto: ‘Lasciamelo fare, lascia che me ne occupi io’. Solo grazie al suo abbraccio mio fratello si è sentito al sicuro. È stato molto bello”.

Condividi su:



Articoli Correlati