21 gennaio 2021

Campania. Dimezzata la consegna dei vaccini, nei giorni scorsi ritardi. De Luca: “Inaccettabile”

La Campania passa da Regione virtuosa a Regione senza vaccino in un battito di ciglia. Già nei giorni scorsi infatti, il governatore Vincenzo De Luca aveva ribadito che erano inaccettabili i ritardi riscontrati nella consegna dei vaccini, ma adesso addirittura la consegna sarebbe dimezzata. In sostanza la Campania che nella prima settimana dall'arrivo del vaccino anti-Covid ha ottenuto un riconoscimento a livello europeo per l'efficacia organizzativa, oggi si trova senza il siero anti virus.

Ad annunciarlo è il governatore De Luca che questa volta sbatte i pugni sulla scrivania più forte del solito: “Abbiamo ricevuto nella serata di ieri la comunicazione che le forniture di vaccini prevista per la Campania il 25 gennaio è stata dimezzata, non si capisce in base a quale criterio. Già i ritardi dei giorni scorsi hanno prodotto una forte diminuzione delle vaccinazioni”. Sono parole amare quelle pronunciate dal numero uno della Regione, perché dopo tanti sacrifici per riorganizzare e in realtà organizzare, la campagna di vaccinazione, improvvisamente viene annunciato un dimezzamento delle dosi.

Questa ulteriore riduzione di consegne rischia di bloccare del tutto le somministrazioni, determinando una situazione gravissima e inaccettabile. E' indispensabile garantire il completamento dei richiami. Questo può avvenire solo sulla base di un unico criterio oggettivo: un vaccino per ogni cittadino", dice. "Invito il commissario Arcuri a procedere sulla base di una linea di equità e oggettività assoluta. Siamo pronti a tutelarci in ogni sede".

Condividi su:



Articoli Correlati