29 dicembre 2020

ISEE online 2021: come fare, documenti e guida completa al calcolo

Nei nuovi termini di cui tener conto nell’universo di bonus, sgravi ed attività telematiche in genere, è opportuno familiarizzare con l’ISEE un parametro socioeconomico che serve ad accedere a diversi vantaggi o a quantizzare in che misura il cittadino può beneficiarne, L’ISEE Indicatore della Situazione Economica Equivalente è in buona sostanza è l’indice che misurando i fattori predominanti del reddito familiare, quali redditi, proprietà immobiliari, rendite finanziari, numero di familiari conviventi, presenza di figli minori, presenza di soggetti affetti da disabilità ecc.., permette di dare un effettivo valore finanziario al nucleo familiare.

Il parametro viene calcolato tramite la DSU ( Dichiarazione Sostitutiva Unica) ed ha valenza per l’intera annualità in cui viene presentato, salvo casi di cambio di situazione lavorativa di uno dei conviventi ed in quel caso si ottiene l’ISEE corrente, ovvero la situazione reddituale basata sul calcolo delle ultime due mensilità.

Come calcolo il mio ISEE?

Sebbene tramite il sito dell’INPS sia possibile effettuare il calcolo in proprio, è sempre meglio rivolgersi al proprio CAF di fiducia per farsi aiutare nella compilazione del modulo in quanto ogni qualvolta viene calcolato, il documento viene conservato sul portale INPS e l’utilizzo di un ISEE non conforme porta al ricevimento di sanzioni e revoca di eventuali benefici ottenuti.

Per cosa posso fruirnre?

Tramite l’ISEE, oltre ad accedere ai numerosi bonus governativi, quelli per coloro che hanno un ISEE inferiore a determinate cifre, serve per ottenere agevolazioni sulle cure mediche, sulle utenze domestiche, sui canoni, sulle tasse universitarie e in taluni casi per sconti o esenzioni per gli abbonamenti al trasporto pubblico.

Il rilascio in quanto avviene?

Il rilascio non è immediato, tuttavia, i tempi occorrenti all’INPS per effettuare il calcolo non può per legge superare i dieci giorni lavorativi.

In caso di patrimoni fuori all’Italia come funziona?

Se all’interno del nucleo familiare, uno o più membri posseggono fonti di reddito, non è possibile ottenere l’Isee, in questo caso per eventuali bonus o riduzioni, in particolare per quelli universitari, conviene sempre chiedere dapprima all’istituto di riferimento. Per il nuovo anno, i bonus messi a disposizione dallo stato saranno tantissimi, vi raccomandiamo di essere pronti con le chiavi d’accesso a questo mondo di vantaggi.

(Giuseppe Giuliano - Rcs Salute)

Condividi su:



Articoli Correlati