07 dicembre 2020

Le testimonianze del Covid, Leonardo il giovane infermiere si racconta: “Sono forte e sano, ma ho avuto paura”

Leonardo è uno dei tantissimi operatori sanitari che ormai da mesi si battono contro il mostro invisibile. E alla fine anche lui, così come tanti altri suoi colleghi, ha dovuto conviverci con il virus: si è contagiato assistendo i pazienti, ma per fortuna non ha avuto sintomi particolarmente pesanti. Un quadro clinico rassicurante sopratutto perché lui è giovane è forte, in buona salute ed è riuscito a battere il Covid. Tuttavia ha raccontato – sul suo profilo social – la paura che ha vissuto in quei giorni, perché gli sono passate davanti agli occhi le immagini di quei pazienti che ha accudito, ha cercato di salvare ma che alla fine non ce l'hanno fatta: “Finalmente tampone negativo – esulta l'infermiere - alla fine anche se giovane e "forte" un po’ di paura l'ho avuta anche io: lavoro con i pazienti Covid da marzo e credetemi ci vuole davvero mente ferma, mi sono passate in mente mille scene che ho vissuto e che spero mai nessuno debba vedere. In bocca al lupo a tutti quelli che ancora lottano con il virus”.

Con queste parole l’infermiere dell'ospedale Sant’Anna di Como ha ripercorso il lungo calvario e non solo quello che ha vissuto in prima persona dopo aver scoperto di essere positivo, ma soprattutto quello della trincea, in ospedale. L’infermiere ha raccontato di avere visto scene da far accapponare la pelle e si riferisce a chi è entrato da solo, spaventato, in ospedale e non ne è mai più uscito. E non non si tratta solo dei pazienti perché anche tantissimi medici e infermieri purtroppo, in questa lunga battaglia contro il mostro hanno perso la vita: a oggi come ricorda il portale della Fnomceo – a lutto fino alla fine della pandemia – gli operatori sanitari deceduti da febbraio sono 233. Si tratta di eroi in camice bianco che hanno dato la propria vita per salvarne altre.

(Daniele Gentile – Rcs Salute)

Condividi su:



Articoli Correlati