07 dicembre 2020

Padova. Nato prematuro a sei mesi da mamma positiva al Covid, oggi il bimbo sta bene ed è in un presepe

Questa bellissima notizia arriva da Villa del Conte (Padova) dove il Presepe si fa vivente, e rappresenta l'autentica rinascita in tempo di Coronavirus, perché questa volta la Sacra Famiglia è formata da mamma Jenny, papà Samuele e il piccolo Alessandro. Loro hanno una storia davvero particolare alle spalle e in un certo senso difficile perché il piccolo Alessandro è nato prematuro, ha rischiato di non venire mai al mondo. Ma poi è arrivato tra le braccia della sua famiglia e con tutta la forza possibile si è aggrappato alla vita, quella vita che adesso si celebra in un presepe vivente.

Ma veniamo ai fatti. Era la scorsa primavera, quando Jenni, colpita da Covid-19, ha partorito il suo Alessandro: stante il quadro clinico della donna, i medici hanno preferito indurre il parto al sesto mese di gravidanza. Il bambino è perciò venuto al mondo in pieno lockdown con tre mesi di anticipo, alla 25esima settimana di gestazione, con un peso al di sotto del chilogrammo. Da lì è subito partito un percorso di recupero e cure, e i medici hanno fatto il possibile per il piccolo, che a causa del suo peso ha rischiato più volte di morire. Ma quei brutti ricordi ora sono solo un pensiero lontano perché oggi Alessandro ha otto mesi e gode di ottima salute, come la sua mamma, guarita dal Covid. Lo speciale Presepe ha reso ancora più bella e significativa la cerimonia di raccoglimento e preghiera tenutasi ieri pomeriggio in Piazza Vittoria.

Fonte: Ansa

Condividi su:



Articoli Correlati