11 novembre 2020

Medico fermato al posto di blocco dai carabinieri, ringraziamento e saluto militare: "Mi sono emozionato"

Di ritorno dal turno di lavoro un medico della Federico II di Napoli è stato fermato a un posto di blocco dei carabinieri, impegnati a far rispettare le regole anti-Covid. Quando il giovane uomo in divisa ha capito che di fronte a sé aveva un medico, lo ha prima salutato e poi lo ha ringraziato per l'enorme sforzo che stanno facendo in questi mesi per salvare vite. Il dottore ha ringraziato i carabinieri con un emozionate post su Facebook.  

Michele Davide Mignogna, specialista in malattie odontostomatologiche della Federico II di Napoli, che sul suo blog racconta: “Succede che una pattuglia di carabinieri mi ferma avevo appena staccato dal turno in ospedale Patente e libretto,dice l’agente come, come da prassi in questi giorni di restrizioni.Buonasera, esco dal lavoro, dal Policlinico, sono un medico, rispondo.E a quel punto l'agente compie il gesto che mi commuove: Il carabiniere porta la mano al berretto e con un saluto militare mi dice: Vada dottore, ci scusi per il disturbo, vada a casa a riposarsi e grazie di tutto'.Mi sono emozionato, quel giovane ufficiale era diventato in quel momento il mio Paese, i miei pazienti, i miei studenti ed ha cancellato in un attimo tutta la mia stanchezza…”. 

Questa vicenda dimostra che esiste ancora un senso di civiltà e di riconoscimento altissimo in Italia, che non potrà mai esser calpestato dall'azione di quei pochi che ogni giorno infangano il nome dei medici, mettendo in dubbio il loro operato, la loro vocazione ed il loro sacrificio. Ricordiamoci che anche i medici sono esseri umani e quindi fatti di fragilità e limiti come tutti noi.

(Antonio Pezzella - Rcs Salute) 

Condividi su:



Articoli Correlati