05 ottobre 2020

De Luca stringe ancora: la nuova ordinanza impone chiusure anticipate per le attività commerciali

Il governatore della Regione Campania ha firmato una nuova ordinanza con cui, a partire da oggi, "stringe" sulla movida per evitare la diffusione del nuovo coronavirus. Una decisione scaturita dal boom di nuovi contagi giornalieri di cui la Campania è ormai capofila da una settimana, detenendo il record di nuovi positivi rispetto alle altre regioni di Italia. Nell'utile ordinanza dello "sceriffo" si evince che bar, gelaterie e pasticcerie dovranno chiudere dalle 23 alle 6 del mattino. È  questa la principale novità della nuova stretta di Vincenzo De Luca con l'ordinanza appena emessa dalla Regione.  

Il provvedimento ha questi orari dalla domenica al giovedì, è ridotto dalle 24 alle 6 il venerdì e sabato. Per gli esercizi di ristorazione invece,  compresi pub e vinerie, è previsto l’ultimo ingresso di clienti e avventori, anche solo per l’asporto, alle 23, per l’intera settimana. Restano possibili le consegne a domicilio. L’intero provvedimento è in vigore fino al 20 ottobre. Pe gli esercizi che violano l’ordinanza è prevista la possibile sanzione immediata di un massimo di cinque giorni di chiusura al fine di evitare la reiterazione della violazione.

Fonte: Regione Campania 

Condividi su:



Articoli Correlati