04 settembre 2020

Campania. Il rebus scuola, De Luca non scioglie i nodi: “La prossima settimana comunichiamo la data”

Ancora non è stato sciolto il nodo scuola in Campania. A renderlo noto è stato il governatore della Regione, Vincenzo De Luca, al seguito dell’incontro tenutosi ieri al palazzo Santa Lucia. Dopo un proficuo incontro con i dirigenti scolastici, l’assessore all’Istruzione regionale e l’Anci, il governatore si è riservato la possibilità di comunicare direttamente la prossima settimana l’inizio del nuovo anno scolastico.

Nel corso della riunione che ho convocato a palazzo Santa Lucia, e alla quale hanno partecipato l’assessore all’Istruzione, la dirigente dell’Ufficio Scolastico regionale, l’Anci, i sindacati e l’Unità di Crisi per l’emergenza Covid-19, sono state affrontate le problematiche relative all’inizio del nuovo anno scolastico – la precisazione di De Luca -. È stata l’occasione per una verifica puntuale e oggettiva della situazione attuale in relazione al personale in servizio, alle aule, ai banchi, alle dotazioni di sicurezza, allo screening in corso sul personale scolastico. Alla luce di quanto emerso, la Regione si è riservata di ufficializzare all’inizio della prossima settimana, sulla base delle indicazioni espresse da tutti i partecipanti al tavolo, la nuova data di inizio delle lezioni in Campania, a tutela delle famiglie, degli studenti, e dello stesso personale scolastico. Nel corso del video settimanale di domani, vi daremo ulteriori aggiornamenti e dettagli”.

Dunque, per ora resta incerta la data di inizio del nuovo anno scolastico. A preoccupare i vertici della Regione, in particolare sono gli istituti scolastici che ancora non sono riusciti ad adeguarsi alle norme anti-Covid imposte dal governo centrale: rigide sanificazioni, banchi monoposto e test sierologici (volontari) per i docenti.

Condividi su:



Articoli Correlati