01 luglio 2020

Il pappagallo di Enzo Salvi in piedi sul posatoio: “Sta guarendo, una gioia immensa”

Il pappagallo di Enzo Salvi, rimasto gravemente ferito dopo una brutale aggressione avvenuta a Ostia lunedì mattina, dove un immigrato lo ha colpito con alcune pietre, finalmente è in fase di guarigione. Ad annunciarlo è il comico sulla propria pagina Facebook: “Amici Miei voglio condividere con voi una piccola gioia.
Fly, da quando siamo rientrati dalla clinica, lunedì sera, è sempre rimasto sul fondo della gabbia. Questa mattina alle prime luci dell’alba, Fly è salito sul posatoio! Io anche questa notte ho dormito affianco a lui e quando l’ho visto sul posatoio è stata una forte emozione, non credevo ai miei occhi – scrive Salvi - Vi giuro sto tremando mentre scrivo”.

Un lungo post scritto con cuore e amore da Enzo Salvi racconta le condizioni di salute del suo maico volatile: “Chiaramente ha ancora difficoltà a rimanere in equilibrio per il trauma della pietra ricevuta e soprattutto della caduta da più di 6 metri, ma la sua voglia di vivere è immensa ... Fly è un piccolo Guerriero. Le vostre preghiere sono state ascoltate ... Speriamo sia l’inizio di una ripresa .....Vi giuro non riesco più a dormire!! Davanti ai miei occhi ho sempre quella scena di violenza e crudeltà inspiegabile e “INGIUSTIFICATA” da parte di quel SOGGETTO che lo prendeva a sassate .....e che adesso gira libero ....mentre Fly lotta per vivere.

Purtroppo il reato per il maltrattamento di animali ha pene ridicole: qualche mese di carcere che non sarà mai scontata o di una multa che non sarà mai pagata. In uno stato civile non può un tale soggetto essere lasciato a piede libero e magari continuare a maltrattare altri animali o persone. Mentre il mio Fly sta soffrendo, lui va girovagando senza aver visto per un solo minuto il carcere. Servono pene più aspre e un maggiore controllo del territorio”.

 

(Enzo Salvi/Facebook)

Condividi su:



Articoli Correlati