12 novembre 2018

Casi morbillo a Bari. Il ministro Grillo: Un piano contro morbillo e rosolia

Il ministro della Salute Giulia Grillo ha annunciato un nuovo Piano per l'eliminazione del morbillo e della rosolia congenita che già esisteva, ma che non era più aggiornato dal 2011. "Una circolare - ha detto il ministro Grillo - sarà diffusa nei prossimi giorni con le linee guida per la standardizzazione dei protocolli di gestione”.

Sul caso di Bari, secondo le ultime notizie provenienti dallo staff medico che opera, non ci sarebbe un allarme epidemia, nonostante in pochi giorni a otto baresi, cinque minorenni e tre adulti, sia stato diagnosticato il morbillo, probabilmente in una catena di contagi partita da una bambina di 10 anni figlia di una coppia "no-vax". Tutti non vaccinati e tutti, fortunatamente, in buone condizioni, alcuni dei quali già dimessi dall'ospedale.

Per accertare la dinamica dei fatti, l'eventuale catena dei contagi che potrebbe essere dovuta ad una gestione non corretta delle prime cure, si sono mossi la sanità locale, con il Policlinico e la Asl di Bari che hanno avviato verifiche interne, e il Ministero della Salute.

È questa l’ipotesi più accreditata intorno alla quale stanno lavorando i sanitari dell’Ospedale pediatrico Giovanni XXlll di Bari. I medici stanno ora verificando altri casi sospetti. Tra i bambini ricoverati per morbillo, anche una neonata di 11 mesi.

condividi su:



SEGUICI SU:



Articoli Correlati