05 novembre 2018

Tumori. Scienziati isolano il codice di 'suicidio' delle cellule

Il codice di autodistruzione delle cellule non è più un mistero. Gli scienziati americani della Northwestern University l’hanno isolato. E in futuro contano di trasformare la scoperta in una chiave per cure anticancro mirate. L’idea è quella di innescare un meccanismo capace di spingere le cellule tumorali al “suicidio”, ma senza danneggiare quelle sane.

L’eccezionale scoperta è stata pubblicata sull’autorevole rivista Nature Communications. Nell’articola si svela che il codice di autodistruzione è racchiuso nelle istruzioni di ogni cellula dell'organismo e diventa attivo quando le cellule si trasformano a causa di un tumore. Esso è incorporato in una proteina, la cui funzione è proteggere l'organismo dal cancro.

Per farlo controlla la produzione della molecola di Rna. Conoscendo il codice, si pensa di portare alla distruzione delle cellule malate senza ricorrere alla chemioterapia e senza interferire con il genoma. Secondo il coordinatore della ricerca, Marcus Peter, “Conoscere il codice significa infatti poter controllare le armi anticancro, ossia i micro Rna che l'organismo utilizza normalmente per difendersi e attivarle per aggredire le cellule malate”.

"Possiamo utilizzare i micro Rna direttamente e schiacciare l'interruttore che innesca l'autodistruzione", aggiunge Peter. La nuova strategia offre anche il vantaggio di non avere i numerosi effetti collaterali della chemioterapia, che alterando il genoma delle cellule rischia di provocare tumori secondari. L'obiettivo adesso, spiega Peter, "non è trovare una nuova sostanza artificiale tossica per il tumore", ma "seguire il corso della natura, utilizzando un meccanismo che ha natura ha sviluppato".

condividi su:



SEGUICI SU:



Articoli Correlati