21 febbraio 2020

A 9 anni è vittima di bullismo: “Voglio uccidermi”, e la sua squadra preferita di rugby lo invita in campo

Voglio uccidermi. Voglio morire adesso. Non sopporto più che mi prendano in giro. Voglio pugnalarmi al cuore”. Sono queste le parole strazianti pronunciate da Quaden Bayles, un bambino di soli 9 anni che vive in Australia ed è vittima di bullismo da parte dei suoi compagni di scuola perché affetto da nanismo.

È stata la mamma a denunciare gli effetti devastanti del bullismo su Quaden in un video pubblicato sui social: “Normalmente, cerco di mantenere i momenti angoscianti come questo solo nel privato. Questa volta, però, ho sentito il bisogno di far capire a tutti cosa significa il bullismo e cosa comporta. Per favore, educate i vostri figli, le vostre famiglie e i vostri amici”.

Un appello accorato diventato virale in pochissime ore, tanto che la squadra preferita di Quaden, un team locale di rugby, ha immediatamente contattato la sua famiglia invitandola a raggiungere i giocatori nel campo di gioco, durante la prossima partita.

Vogliamo solo augurarti tutto il meglio. Sappiamo che stai attraversando un momento difficile, ma noi siamo qui per aiutarti, amico. Vogliamo solo assicurarci che tu stia bene e ricordarti che siamo sempre dalla tua parte. Pensa solo alle cose positive, perché ti vogliamo con noi questo weekend”, hanno detto gli atleti. La famiglia ha immediatamente accettato l’invito.

Condividi su:



Articoli Correlati