18 febbraio 2020

Supereroi in pediatria per strappare un sorriso a chi non può festeggiare il Carnevale

Niente Carnevale per i bimbi ricoverati in ospedale. Nessun costume, nessun coriandolo, nessuna sfilata insieme agli amici. Eppure, i piccoli in degenza all’ospedale dell’Angelo di Mestre della Ulss 3 Serenissima, nel reparto di pediatria diretto dalla FF Primario Pediatria Paola Cavicchioli, hanno ricevuto una sorpresa dolcissima e gli organizzatori sono così riusciti a strappar loro un sorriso: supereroi in corsia, i Venice Avengers per la precisione.

Ci sono Spiderman, la Vedova Nera, Ironman, Thor e, a fare da apripista anche nella realtà ecco il famigerato Capitan America.

“È permesso?”, dice Cap con un filo di voce. E la risposta in sottofondo è un sommesso “Wow” di un bambino fuori campo probabilmente emozionato nel vedere il proprio eroe nella stessa stanza con lui.

L’iniziativa nasce dalla Scuola in Ospedale diretta dalla maestra Maria Pia Vivolo, in accordo con la Direzione della Ulss 3, in collaborazione con Gilles Boscolo e Silvia Marzola, ideatori del gruppo “Venice Avengers”.

 

 

 

Condividi su:



Articoli Correlati