13 febbraio 2020

Psicosi Coronavirus. Aggredita coppia a Torino, Napoli organizza flash mob di solidarietà

La psicosi Coronavirus colpisce ancora, stavolta a Torino nel quartiere di Borgo Vittoria dove una coppia di cinesi è stata aggredita da un gruppo di giovani.

Le vittime, un 28enne e una 25enne, lavorano in un supermercato come addetti al banco del sushi. Una volta terminato il turno di lavoro sono stati seguiti e poi selvaggiamente percossi: il ragazzo è stato colpito al sopracciglio con una bottiglia di vetro, mentre la fidanzata è stata presa a calci e pugni e poi raggiunta da un’altra bottiglia lanciata mentre tentava di fuggire.

La coppia ha poi rifiutato di denunciare l’accaduto ai carabinieri, che hanno comunque avviato un’indagine, per paura di ritorsioni.

È l’ennesimo episodio di razzismo verificatosi in Italia, dopo quello gravissimo di alcuni studenti universitari cinesi presi a sassate a Frosinone e quello di Monterubbiano dove una famiglia originaria di una città cinese a 500 chilometri da Wuhan ha ricevuto intimidazioni.

A Napoli, invece, si tenta di sensibilizzare la popolazione a combattere il pregiudizio e la paura ingiustificata. È previsto per venerdì 14 febbraio alle 16:30, un flash mob a Piazza Municipio che vedrà la partecipazione anche del Sindaco Luigi de Magistris.

Il Flash Mob si terrà accanto all'installazione dell'artista cinese Liu Ruowang, uno dei maggiori artisti contemporanei, intitolata 'Wolves coming”.

 

Condividi su:



Articoli Correlati