10 febbraio 2020

Hair Love, storia di un papà alle prese con i capelli afro della figlia, candidato agli Oscar

Hair Love” cortometraggio candidato agli Oscar, in soli 7 minuti racconta uno spaccato di vita quotidiana: un papà moderno alle prese con i capelli ribelli di sua figlia Zuri.

Impacciato, spaventato e anche un po’ rassegnato, lotta contro lo stereotipo che vede le mamme come uniche detentrici del potere delle acconciature delle figlie.

Prima si arrende, sconfitto dalla massa di ricci che non vuole assolutamente essere domata e, anzi, pare sfidarlo per poi metterlo al tappeto al primo ring. Poi si commuove alle lacrime della figlia, confusa e arrabbiata da questa nuova routine che pare non appartenerle.

La piccola Zuri allora gli mostra un video tutorial dell’acconciatura che desidererebbe avere e a realizzarlo è stata proprio la sua mamma: “È semplice, basta un po’ di pratica e tanto amore”, dice la donna nel video.

Così, con un po’ di impegno e tanto, tanto amore, i due riescono nell’impresa.

Soltanto alla fine viene svelato il reale significato di “Hair Love”. La mamma di Zuri è in ospedale e ha appena terminato le chemioterapie: i suoi capelli afro non ci sono più, ma agli occhi di Zuri sua madre è sempre una regina.

Così, in un turbinio di emozioni che va dall’ilarità che suscitano i tentativi di un papà moderno nel sopperire a una “mansione” prima ad appannaggio solo della mamma, alla commozione nel vedere quanto sia difficile per ogni membro della famiglia affrontare la sfida di un cancro, traspare quanto a mancare di più siano proprio i piccoli gesti quotidiani, quelli che spesso si danno per scontati.

“Hair Love” prodotto da Sony Pictures Animation e ideato e diretto da Matthew A. Cherry, è stato finanziato da una raccolta fondi organizzata su Kickstarter nel 2017.

 



Condividi su:



REGISTRATI SU:




SEGUICI SU:



TAG:



Articoli Correlati