05 febbraio 2020

Alzarsi più facilmente al mattino: il tono della sveglia è fondamentale

È proprio vero che il buongiorno si vede dal mattino e una ricerca dell’australiana Rmit University lo conferma: è la tonalità della sveglia che scegliamo ad aiutarci o, al contrario, a stordirci.

In pratica, gli esperti non sono ancora riusciti a individuare la giusta combinazione di melodie e ritmi che ci garantirebbe un risveglio perfetto, ma come spiega il primo autore della ricerca Stuart McFarlane: “Considerando che la maggior parte delle persone utilizza le sveglie, il suono scelto può avere conseguenze importanti. Questo è particolarmente importante per coloro che possono trovarsi a lavorare in situazioni pericolose poco dopo il risveglio, come i vigili del fuoco o i piloti, ma anche per chiunque debba essere rapidamente all'erta, deve ad esempio guidare verso un ospedale in caso di emergenza”.

Coinvolti nello studio 50 partecipanti che hanno compilato un sondaggio online registrando anche il tipo di suono usato per svegliarsi e valutando i livelli di rigidità e prontezza rispetto ai criteri di inerzia del sonno standardizzati.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Plos One.

 

Fonte: ANSA 
   


Redazione


Condividi su:



REGISTRATI SU:




SEGUICI SU:



Articoli Correlati