31 gennaio 2020

Gravidanza. Se la mamma fuma e beve il rischio di morte in culla aumenta di 12 volte

Pericolo di rischio di morte in culla (Sids) di dodici volte superiore per tutti i neonati le cui mamme hanno fumato sigarette e bevuto alcolici dopo il primo trimestre di gravidanza.

Ad affermarlo sono i ricercatori dell’Avera Health Center for Pediatric & Community Research di Sioux Falls, in Sud Dakota con uno studio condotto dal 2007 al 2015 in due aree residenziali in Sudafrica e Città del Capo e cinque negli Stati Uniti.

Le aree sono state selezionate in base al numero di morti in culla e per l’alta prevalenza di uso di alcol in gravidanza: 12 mila gravidanze, per la precisione, sono state monitorate e i casi di Sids sono stati 28.

Gli esperti hanno dunque monitorato la storia clinica delle madri evidenziando che “la probabilità di morte in culla aumenta di cinque volte se le mamme si limitano a fumare dopo il primo trimestre e di quattro volte se bevono soltanto. Le nostre osservazioni confermano una sinergia tra l'esposizione all'alcol e al fumo nell'aumentare il rischio di Sids”.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica EclinicalMedicine.

Fonte: ANSA

Condividi su:



Articoli Correlati