24 gennaio 2020

Sperimentazione di macachi: lo stop del Consiglio di Stato

Sperimentazioni sui macachi all'Università di Torino sospese in via cautelare. Lo dispone una sentenza del Consiglio di Stato che ribalta quanto era invece stato stabilito dal Tar del Lazio lo scorso dicembre. 

Secondo il Consiglio di Stato, il Ministero della Salute non ha fornito prove adeguate in merito alla mancanza di alternative alla sperimentazione invasiva sugli animali: da qui la necessità di sospendere gli esperimenti.

Il progetto di ricerca in questione è condotto dall'Università di Torino in collaborazione con l'Università di Parma. Si tratta di uno studio che punta a sviluppare nuovi metodi di terapia per forme di cecità causate da lesioni cerebrali. I macachi erano stati scelti come modello animale per le caratteristiche che accomunano questa specie a quella umana.

Ad accogliere con favore la sentenza del Consiglio di Stato è in particolare la Lega Anti Vivisezione (Lav), che con la petizione #civediamoliberi si batteva da tempo per ottenere lo stop alle sperimentazioni, e che ora chiede di "portare in salvo i macachi che sono stati catturati in natura, trasportati dalla Cina e ingabbiati per un test peraltro già effettuato altre volte in altri Paesi, senza alcun risultato utile per i malati".

La sospensione è comunque di natura provvisoria. Si attende infatti la decisione del Tar del Lazio, che in precedenza aveva già respinto la richiesta di bloccare il progetto di ricerca.

 

 



Condividi su:



REGISTRATI SU:




SEGUICI SU:



Articoli Correlati