27 dicembre 2019

Festività a letto per 300 mila italiani: attenzione ai virus simil-influenzali

Nausea, vomito, crampi allo stomaco, mal di gola, febbre e raffreddore: tutta colpa dei “cugini” dell’influenza. Gli sbalzi termici hanno infatti creato un terreno fertile per i virus simil-influenzali che hanno potuto proliferare costringendo almeno 300 mila persone a letto durante questo periodo natalizio.

Purtroppo, non esiste un vero e proprio osservatorio nazionale per queste tipologie di virus, quindi non è possibile reperire dati certi, ma le stime mostrano come il clima insolitamente mite degli ultimi tempi abbia favorito i patogeni simil-influenzali che sono soprattutto di tipo gastroenterico, ma anche respiratorio.

Come ha spiegato ad Adnkronos Salute Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, “sono spesso i bambini a diffondere i malanni nelle famiglie riunite per le feste. E il rischio è quello di incappare in malesseri anche pesanti, che però per fortuna si risolvono in genere dopo pochi giorni. L'importante, in questi casi, è ricorrere ad un'automedicazione responsabile, senza eccessi, per non mascherare eventuali sintomi 'spia' di altri problemi di salute. In caso di malesseri persistenti, o particolarmente violenti è bene consultare il medico”.

Dunque, le raccomandazioni principali: idratarsi, fare molta attenzione all’igiene delle mani, non forzarsi a tavola e, se necessario, evitare riunioni di famiglia e cenoni per non trasmettere i virus anche ad altri.

Fonte: Adnkronos Salute


Redazione


Condividi su:



REGISTRATI SU:




SEGUICI SU:



TAG:



Articoli Correlati