13 dicembre 2019

Nuovo Galles del Sud. Un 13enne salva più di 100 pesci da morte certa

Un tredicenne del Nuovo Galles del Sud ha salvato oltre 100 pesci da morte certa trasportandoli uno alla volta dal fango all’acqua insieme al suo cagnolino.

Stuart Moodie, questo il nome del piccolo eroe, appassionato di pesca sin da piccolo si è trovato a dover fare i conti con una devastante siccità che ha prosciugato le acque del fiume Mole uccidendo migliaia di pesci.

Il ragazzo ha agito senza pensarci due volte: è entrato nell’acqua fangosa in cui i pesciolini stavano agonizzando e ha salvato i pesci nativi e ucciso gli esemplari parassita che minano la sopravvivenza delle altre specie.

Con il suo nobile gesto Stuart ha attirato l’attenzione del sindaco della comunità locale di Tenterfield, Peter Petty, che si è complimentato così: “Sono ragazzi come Stuey di cui la comunità è davvero orgogliosa. È maturo più della sua età ed è davvero preoccupato per la situazione laggiù perché vive lì. Penso che sarà un modello da seguire in futuro”.

Anche un biologo della pesca, Daniel Boucher, della Southern Cross University è intervenuto sulla vicenda complimentandosi con Stuart per lo spirito di iniziativa. Tuttavia, i pesci che hanno vissuto in condizioni così stressanti spesso si ammalano e necessitano un trasferimento in un ambiente sano, magari una struttura in cui potranno essere curati e poi liberati.

Per questo il dottor Boucher, come riporta abc, ha chiesto e ottenuto finanziamenti al governo della Nuova Galles del Sud riuscendo così a trasferire oltre 1.600 esemplari da tutto lo stato.

È stato grazie al gesto di Stuart che l’intera comunità è venuta a conoscenza del fenomeno di grave siccità che ha colpito il fiume Mole ed è sempre grazie a lui che tanti pesci hanno potuto salvarsi e lasciare spazio a nuove speranze per un futuro migliore.   

Stuart, dal canto suo, spera solo di poter tornare il prima possibile a coltivare il suo hobby della pesca: "Li lascio andare, spero che riprenda a scorrere l'acqua nel fiume così potrò andare di nuovo a pescare".

 

Fonte: abc 

Condividi su:



Articoli Correlati