26 ottobre 2018

Congresso Snami. Al centro carenza medici e criticità Legge Balduzzi

Prende il via oggi, a Sorrento, il trentasettesimo congresso nazionale Snami, 'Il medico di medicina generale del XXI secolo, fra semeiotica e tecnologia, con anziani e malati fragili in aumento e medici in drastica diminuzione'. Quattro giorni di dibattito tra i delegati sui temi della professione e il rinnovo triennale delle cariche elettive.

Sono previste tavole rotonde con esperti del settore sulla sostenibilità del sistema sanitario nazionale, sulle Aft e Uccp e sulla carenza dei medici, tema attuale anche per le recenti prese di posizione della parte pubblica sull'accesso al corso di formazione in Medicina Generale e su quello alla facoltà di Medicina e Chirurgia.

"I temi in programma sono già una garanzia dell'ottima qualità dei lavori congressuali e il fatto che ci sia già da settimane il tutto esaurito gratifica il nostro gruppo dirigente", dice Angelo Testa, presidente nazionale dello Snami.

"Non potremo non approfondire i punti di forza ma anche le criticità delle nuove forme di assistenza territoriale previste dalla Balduzzi e la sostenibilità in termini economici e di impatto organizzativo del nuovo modello assistenziale per i pazienti fragili e cronici che ha l'obiettivo di passare dalla medicina di attesa a quello di inziativa. Aspetto spunti propositivi- prosegue il leader dello Snami- se devono essere ripensati e migliorati in qualche loro aspetto i nuovi modelli assistenziali e soprattutto se ci siano i finanziamenti adeguati, nella riflessione che siano sempre in agguato percorsi nascosti di ridimensionamento e tagli mascherati da innovazione".

"Sara' il congresso dei giovani perche' si parlera' del loro presente e del loro futuro e la loro numerosa presenza al congresso nazionale,la loro partecipazione attiva, che so non mancherà, e già per tutti noi un successo annunciato", conclude Testa.

condividi su:



SEGUICI SU:



REGISTRATI SU:



Articoli Correlati