08 novembre 2019

Il 4% delle donne mancine sente gli odori, ma non potrebbe: ecco perchè

Il 4% delle donne mancine sente gli odori, nonostante siano prive delle strutture cerebrali che si pensava fossero deputate a tale funzione.

Il nuovo studio mette quindi in discussione decenni di studi scientifici che avevano elaborato teorie sul modo in cui il cervello percepisce gli odori.  

La scoperta, avvenuta in realtà per caso, è frutto del lavoro dei ricercatori del Weizmann Institute of Science in Israele che hanno individuato, nel bel mezzo di un’altra ricerca, una donna con un perfetto senso dell’olfatto pur essendo sprovvista dei cosiddetti “bulbi olfattori”, le strutture atte a inviare il messaggio dell’odore percepito al cervello facendo sì che la sensazione diventi cosciente.

A questo punto gli esperti hanno deciso di ampliare il campo di indagine a più di altri mille pazienti servendosi del database dello Human Connectome Project stabilendo che tale fenomeno avviene solo nelle donne mancine, più nello specifico nel 4% di loro.

L'autore principale dello studio, Noam Sobel, ha fornito alla BBC le supposizioni principali del suo tem di ricercatori:

Non abbiamo alcun indizio sul perché il genere o la mano usata sia importanti. Una possibile spiegazione per il fenomeno è che le donne in realtà hanno i bulbi, ma molto più piccoli del normale, anche se questo non spiegherebbe perché il loro olfatto resta perfetto. Un’altra possibilità è che il cervello si sia adattato, con un’altra parte che ha assunto il compito di discernere gli aromi. Oppure è possibile che i bulbi non siano affatto coinvolti nel riconoscere gli odori, e abbiano invece un altro ruolo, forse per localizzarli piuttosto che per identificarli”.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Neuron.

 

Fonte: ANSA

condividi su:



SEGUICI SU:



REGISTRATI SU:



Articoli Correlati