05 novembre 2019

Correre, anche se per poco tempo, aiuta a vivere di più

Esiste un legame tra l'attività aerobica della corsa e una riduzione del 27% del rischio di morte per tutte le cause. È quanto sostiengono alcuni ricercatori della Victoria University di Melbourne, dell'Università di Sydney e di altre istituzioni accademiche in Australia.

Il team internazionale ha preso in esame 14 studi che hanno coinvolto un totale di 232.149 partecipanti in un periodo di tempo che varia dai 5 ai 35 anni.

I benefici della corsa per la salute sono da tempo noti, ma il dato interessante della ricerca, pubblicata sul British Journal of Sports Medicine, è il fatto che l'associazione significativa tra questa attività e un minor rischio di morte si applica anche a chi pratica la corsa solo una volta alla settimana o persino meno frequentemente.

Inoltre, gli studiosi hanno associato alla corsa anche un rischio di morte inferiore del 30% per cause specifiche quali malattie cardiovascolari, e del 23% per il cancro.

Dalla ricerca emerge che tali benefici possono essere ottenuti anche correndo a una velocità modesta (circa 9,7 chilometri all'ora) e per un tempo relativamente ridotto di 50 minuti a settimana. Molto meno di quanto raccomandato dalla linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che consigliano di dedicare alla corsa almeno 150 minuti a settimana. 

Inoltre, spiegano i ricercatori, non esiste alcuna associazione sighificativa tra correre più a lungo della quantità raccomandata dall'OMS ed eventuali benefici aggiuntivi per la salute o ulteriori riduzioni del rischio di morte.

Il team ha chiarito comunque che gli studi esaminati variavano nella metodologia e nella quantità dei partecipanti, il che potrebbe aver influito sui risultati finali. Nonostante tale limite, i ricercatori affermano che "la pratica della corsa, indipendentemente dalla sua quantità e frequenza, conduce probabilmente a miglioramenti sostanziali nella salute della popolazione e nella longevità".

 

Fonte: Medical News Today

Condividi su:



SEGUICI SU:



REGISTRATI SU:



Articoli Correlati