10 ottobre 2019

Società farmaceutica condannata a pagare 8 miliardi di dollari di risarcimento

La Johnson & Johnson, una società farmaceutica multinazionale statunitense che produce farmaci, apparecchiature mediche e prodotti per la cura personale e l'automedicazione dal 1886, è stata condannata dalla giuria di Philadelphia a pagare un risarcimento pari a 8 miliardi di dollari a un uomo che ha usato da bambino il farmaco antipsicotico Risperdal che gli ha causato una ginecomastia, ovvero un ingrossamento delle mammelle.

Non è il primo caso di accuse contro la società, ma si tratta del risarcimento più cospicuo ottenuto fino ad oggi sulle oltre 13 mila denunce di pazienti contro il farmaco Risperdal: l’azienda è accusata di essere sempre stata a conoscenza degli effetti collaterali, anche gravi, dell’antipsicotico, ma di non aver agito per preservare la sicurezza dei pazienti e mettere in guardia i medici.

 

Fonte: ANSA

Condividi su:



Articoli Correlati