10 ottobre 2018

Medici in piazza a Montecitorio il 17 ottobre per la sanità pubblica

Colpire la sanità è colpire la salute”. Lo affermano i sindacati medici che mercoledì 17 ottobre alle ore 11 scenderanno in piazza a Roma, davanti a Montecitorio, chiedendo un finanziamento adeguato al fondo sanitario nazionale, nuove assunzioni e il rinnovo del contratto di lavoro fermo dal 2010.

La manifestazione è promossa da numerose sigle sindacali unite dall’intento di “scendere in piazza per la sanità pubblica e la dignità del loro lavoro”: Anaao Assomed, Cimo, Aaroi-Emac, Fp Cgil medici e dirigenti Ssn, Fvm federazione veterinari e medici, Fassid, Cisl medici, Fesmed, Anpo-Ascoti-Fials medici, Uil Fpl coordinamento nazionale delle aree contrattuali medica, veterinaria sanitaria.

I sindacati chiedono al Governo garanzie per l’indennità di esclusività, per cui servono 60 milioni di euro, e la certezza dei 500 milioni già previsti dalla Finanziaria del 2017 per i rinnovi contrattuali, necessari per il rinnovo del contratto dei medici. Considerando l’investimento di 1 miliardo annunciato dal Ministro della Salute Giulia Grillo, le organizzazioni sindacali denunciano la mancanza di risorse per garantire l’aumento previsto del 3,48% dello stipendio dei medici dirigenti senza compromettere i LEA.

Condividi su:



SEGUICI SU:



REGISTRATI SU:



Articoli Correlati