04 maggio 2019

Esame delle urine per la diagnosi dell'HPV. Dott.ssa Forte (SCCL): "Una vera rivoluzione"

È in corso presso l'Università di Manchester la sperimentazione di un nuovo metodo per indagare sulla presenza del Papilloma virus. Come abbiamo riportato ieri, i ricercatori britannici ritengono che un esame delle urine possa identificare topograficamente l’alterazione sul collo dell’utero con un'affidabilità analoga a quella del pap test.

"Attendiamo i risultati degli studi in corso con tanto tanto ottimismo", ha detto a RCS Salute la Dott.ssa Amelia Forte, Ginecologa e Segretaria della Società Campano-Calabro-Lucana di Ginecologia e Ostetricia (SCCL).

"Se l'attendibilità del nuovo test fosse confermata da nuovi studi - prosegue la Dott.ssa Forte - potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione. Per molte donne, infatti è imbarazzante sottoporsi al pap test; sono numerose le pazienti che per tale motivo non eseguono il pap test ogni anno, mentre l’esame delle urine sarebbe decisamente il più semplice in assoluto". 

Luigi Esposito

Condividi su:



Articoli Correlati