29 aprile 2019

Medici italiani: l'Europa li accoglie e ce li porta via

Medici italiani tra i più richiesti in Europa. L'emigrazione di personale medico italiano all'estero ha raggiunto livelli altissimi, mentre nel nostro Paese si aggrava la carenza di specialisti nella sanità pubblica.

Secondo gli ultimi dati della Commissione europea, come riportato oggi dal Corriere della Sera, il 52% dei medici dell'Ue che lavorano all'esterno proviene proprio dall'Italia: addirittura oltre la metà. Il maggior numero di professionisti emigrati proviene dal Veneto, non a caso tra le ultime Regioni nella classifica delle retribuzioni medie.

Tra le mete preferite dei medici nostrani che espatriano figurano Gran Bretagna, Svizzera, Germania, Francia, Belgio, Olanda. Il reclutamento avviene soprattutto su internet, tramite Linkedin, o tramite head hunters internazionali.

"La situazione italiana è paradossale - spiega il Segretario nazionale Anaao Assomed Carlo Palermo - da una parte alcune Regioni decidono di assumere neolaureati, medici in pensione o specialisti dalla Romania perché nelle corsie c’è carenza di medici. Dall’altra ci sono 10 mila medici specializzati in attesa di chiamata, e altri 6 mila che stanno frequentando l’ultimo anno di specializzazione ma nessuno li assume per via del blocco del turn over e del contratto fermo da dieci anni. In tanti vanno via, anche per fare la specializzazione visto che da noi non ci sono borse di studio sufficienti".

condividi su:



SEGUICI SU:



REGISTRATI SU:



Articoli Correlati