21 settembre 2018

L'Oms lancia l'allarme: la dipendenza dai videogiochi è una patologia

La dipendenza da videogiochi è una patologia vera e propria. Lo sostiene l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che di recente ha inserito questo disturbo nella Classificazione internazionale delle malattie. Il fenomeno, definito “videodipendenza”, colpisce soprattutto bambini e adolescenti.

L’Oms ha tracciato anche un profilo del paziente affetto da questa patologia. I videodipendenti, spiegano gli esperti, si dedicano alle attività videoludiche perdendo il controllo del tempo trascorso. Il videogioco diventa per loro l’attività principale, con conseguenze gravi per la vita sociale, i risultati scolastici o la vita professionale. La dipendenza da videogiochi si traduce in una condotta ossessivo-compulsiva che porta il malato a trascurare la propria salute fisica o persino a ignorare gli stimoli del proprio corpo.

Sull’argomento è intervenuto il Presidente di SIGM Salerno, Vito Buonomenna, che ha affermato: “Una simile dipendenza potrebbe compromettere lo sviluppo sociale, emotivo e affettivo. Pertanto è utile incentivare campagne di sensibilizzazione per le scuole e per i genitori al fine di prevenire una dipendenza tanto grave”.

Condividi su:



SEGUICI SU:



REGISTRATI SU:



Articoli Correlati