02 aprile 2021

Covid-19: figlia va a fare il tampone al posto della madre positiva, entrambe denunciate

È successo a Trieste e coinvolge un intero nucleo familiare che ha cercato invano di aggirare i controlli.  Fuori dall’ex ospedale psichiatrico del rione San Giovanni, in Friuli Venezia Giulia, l’attività di scambio di documenti di due donne di origini sudamericane ha insospettito le forze dell’ordine presenti. Poco dopo è emersa la verità. La madre, risultata positiva nei giorni scorsi, era in ospedale per il tampone di controllo, ma, vista la somiglianza incredibile con la figlia, ha pensato bene di fare uno scambio di identità sperando che il risultato del tampone fosse negativo.

Il risultato? Entrambe denunciate per il reato di sostituzione di persona. Inoltre, alla madre, 36 anni, è stata somministrata una ammenda anche per aver messo a repentaglio la salute pubblica. La figlia, 21 anni, ha ricevuto un provvedimento per essere uscita da casa senza un valido motivo di necessità, considerando che la regione è in zona rossa e la madre poteva recarsi da sola al presidio ospedaliero.

(Daniela Attanasio - Rcs Salute)

Condividi su:



Articoli Correlati