23 febbraio 2021

Zaia al governo: “Più incontri, basta decreti lampo che mettono in difficoltà le Regioni”

Luca Zaia torna a parlare di governo, questo volta il governatore del Veneto ribadisce l’importanza di incontri tra regioni e Stato più frequenti, in modo da evitare decreti dell’ultima ora che non lasciano il tempo di organizzare i settori. "E' necessario incontrarci più frequentemente per evitare di avere sempre il Dpcm 'last minute', cioè due ore prima della pubblicazione. C'è stato poi un impegno a costruire il nuovo Dpcm che è una pietra miliare, sperando sia l'ultimo prima di uscire da questa situazione".

Così il presidente del Veneto, Luca Zaia, sull'incontro di ieri sera tra le Regioni e i ministri Gelmini e Speranza. Zaia ha spiegato che sulle decisioni che il Governo dovrà prendere, ad esempio le proroghe al divieto dello spostamento fra Regioni "nessuno tra i governatori ha presentato riserve, lo consideriamo una formalità fino al 5 marzo". Ha evidenziato che "il 98% della riunione è stata su quello che sarà il nuovo Dpcm. La posizione del Veneto è che ci sia un 'tagliando' rispetto all'approccio ai parametri, visto che abbiamo un anno di esperienza. Abbiamo visto che alcuni correttivi nel corso dell'anno ci hanno aiutato ad affrontare in maniera più performante il fronte della pandemia. Inoltre - ha aggiunto - è stato chiesto che venga rivisto e rafforzato il Cts; su questo non sono per lo smantellamento, anzi auspico che diventi autorevole e che abbia uno speaker". Intanto in Veneto torna a scendere la curva dei nuovi contagi Covid, che registra 509 (Rpt 509, E non 419) positivi al virus nelle ultime 24 ore. Si riduce ancora il numero dei decessi, 9 rispetto agli 11 di ieri.

Condividi su:



Articoli Correlati